Intervista a Gabriele Pettinaroli - Giugno 2008

Storia
Giudice SV
Allevatore
Galleria

Vendita
Appuntamenti
Articoli
Libro Ospiti
Links



L´ALLEVAMENTO >>











Olaf dell´Isola dei Baroni >>



Luna dell´Isola dei Baroni >>



Max della Loggia dei Mercanti

GIUDICARE IL CAMPIONATO ITALIANO:

E' una grande responsabilità!
È anche un grande onore e non nascondo di esserne fiero per la scelta che é stata fatto della mia persona.
Cercherò di esserne degno - me lo auguro...
Dopo quasi 60 anni di lavoro con i cani sento di aver la necessaria esperienza e preparazione per poter giudicare il Campionato Italiano!


L´ALLEVAMENTO:


Il nome “dell’Isola dei Baroni“ proviene da una piccola isola formata dal fiume Sesia. Ne ero proprietario in quanto l´avevo avuta in eredità da un mio trisnonno che aveva il titolo onorifico di “Barone“.
In questa "Isola" ho costruito la mia fabbrica di tessuti e ho dunque scelto il nome dell´allevamento.
Mia moglie Enza è una grande collaboratrice e adora i nostri cani. Quando io sono impegnato a giudicare per il mondo lei si occupa di curarli.

L´allevamento è situato dietro la mia casa.
È diviso dalla casa da un piccolo ponte sopra un ruscello.
Il parco è di circa 10.000 metri dove i cani vivono in recinti di 30 x 30 metri.
Ci sono 5 grandi recinti ed ogni recinto è diviso dall’altro con un corridoio di 8 metri.
Inoltre una siepe sempre verde non permette al cane di vedere l’altro.
In questo modo i cani posso muoversi liberamente senza essere stressati dai vicini.

I miei cani sono alimentati con normali mangimi in commercio di ottime qualità.
Li do sempre da mangiare inumiditi in acqua tiepida.
Inoltre 2 volte alla settimana dó a loro un osso crudo spugnoso.
In genere le costole della mucca, in modo che possano masticare utilizzando i denti molari e premolari e non gli incisivi che sarebbero obbligati ad usare se un osso è troppo grande e duro.
Evito le ossa lunghe.


L´IMPORTANZA DELLE FATTRICE:


"LUNA dell’Isola dei Baroni" >>
era una eccellente femmina che io affidai ad un mio amico per presentarla alle esposizioni.
Il nonno di Luna era “OLAF dell’Isola dei Baroni“ >>.

Purtroppo “OLAF “ morí giovanissimo dopo aver fatto solo 28 monte, ma ha comunque lasciato un patrimonio genetico estremamente importante.


Ancora oggi si sente l’influenza di OLAF attraverso MAX - DUX - ZAMB.
OLAF aveva portato un grande tipo, aveva migliorato la lunghezza e la tessitura del pelo e le angolature dell’anteriore.

Si può confrontare le foto di VA WAFA di Casa Cacozza >> e LUNA dell’Isola dei Baroni >>.
Sembrano sorelle, anzi direi che la mandibola di LUNA era un po’ più forte di quella di WAFA e quella tipicità è portata ancora da OLAF.

LA STORIA DI MAX DELLA LOGGIA DEI MERCANTI

Siccome in quel tempo avevo accoppiato 4 femmine con VISUM v. Arminius, l’amico proprietario dell’allevamento della Loggia dei Mercanti mi chiese se gli prestavo una femmina per far nascere dei cuccioli con il suo affisso, ed io concessi con piacere LUNA.
Così nacque MAX.

In genere una femmina per l’allevamento deve possedere una struttura robusta e forte ed avere un eccellente carattere e non essere nervosa in quanto il suo nervosismo lo trasmette senz’altro ai figli.

Ho sempre notato che le migliori fattrici posseggono una forte mandibola ed una eccellente ossatura.

Il maschio oltre ad avere una grande distinzione ed eccellente costruzione deve possedere le caratteristiche della femmina e non è necessario per lui essere eccessivamente robusto - ma è importante che abbia una eccellente classe e un´ottimo carattere.

In primo luogo dobbiamo scegliere che i due soggetti posseggano un eccellente carattere.
Questo si trasmette immediatamente.

Inoltre che abbiano una discendenza provata di cani di alto valore zootecnico e che il maschio anche al contrario della femmina possegga una grande distinzione ed eleganza.

In movimento non devono mai cadere sull’anteriore.

Gradisco molto le maschere scure con occhi scuri che non si discostano dal colore della maschera.


IL PROBLEMA DELL´ALTEZZA:


Purtroppo oggi riscontro che in tutto il mondo abbiamo i problemi di altezza.
Penso che purtroppo non si possa risolvere in breve tempo. Occorreranno diverse generazioni - se ci riusciamo!
In tutte le linee di sangue ci sono soggetti che superano il limite anche se cerchiamo in tutti i modi di utilizzare soggetti che entrano nella corretta misura dello Standard.

Nelle linee di sangue esiste sempre qualche cane alto, per questo è estremamente difficile mantenere la tagia corretta.

D’altra parte:
40 anni fa ricordo VELLO v. d. Siben Faulen >> che il Dr. W. Funk non selezionò onde evitare l’eccesso di altezza, ma in Germania il cane venne comunque utilizzato.
Da qui iniziò probabilmente il problema dell’altezza.

Un´altro problema venne creato da PALME v. Wilsteigher Land >> - grande fattrice e riproduttrice - da lei nacque la cucciolata “Q” v. Arminius, che essendo cani estremamente validi vennero molto utilizzati.
Penso che anche da questo accoppiamento scaturì il problema dell’altezza.

D’altro canto una volta i soggetti alti non riuscivano oltre i 5 anni di età ad essere ancora in condizioni fisiche ideali, in quanto la struttura troppo pesante non permetteva ai cani di avere la giusta vitalità e resistenza.

Oggi - pero - dobbiamo verificare se i pastori tedeschi che superano la taglia standard riescono a essere eccellenti ed in ottime condizioni fisiche anche dopo i 7 anni con tanto vigore ed energia essendo migliorate la struttura ossea e la muscolatura.



COSA GUARDO NEL RING:


Molto dannosa è l’eccesso dell’angolatura del posteriore - in qell caso i garretti non saranno mai solidi.
Il collo corto toglie eleganza al soggetto, così come l’avambraccio corto ne danneggia l’armonia.

Inoltre la linea inferiore deve essere ben profonda:
Un ventre retratto porta il cane ad avere un aspetto levroide valido per un galoppatore ma MAI per un trottatore come è il pastore tedesco.


Vi sono dei colori grigio focati che sono molto piacevoli - inoltre posseggono una ottima lunghezza e tessitura del pelo - però non dobbiamo utilizzare sempre due soggetti grigi in quanto il grigio tende a diventare più chiaro e pertanto poco piacevole.

Il cane deve essere armonico in tutte le sue parti, troppo pesante e troppo leggero sono 2 cose estremamente negative.
La verità sta nel mezzo, cioè “in medium stad virtus“ (il meglio sta nel mezzo).


Il cane deve fare un attacco sicuro.
Non deve essere nervoso e pertanto deve avere i nervi saldi.
Un cane che attacca con il pelo diritto sul dorso certamente ha dei problemi.
Oltre a fare un buon attacco dovrebbe riuscire anche ad effettuare il “lascia“ al comando e fare una buona condotta senza guinzaglio.
In questo modo si può essere certi che possiede un ottimo equilibrio mentale.


MA NON SONO TUTTI BELLISSIMI
...

Un cane mal costruito e poco piacevole ma con eccellente carattere sa sempre farsi amare e se si dovesse vendere certamente non ritornerebbe mai indietro a chi lo ha venduto.

Ma un cane estremamente bello con scarso carattere e molto nervoso, se si riuscisse a venderlo, dopo poco tempo certamente viene ritornato!


L`ALLEVAMENTO IN ITALIA:

Oggi in Italia l’allevamento è di altissimo livello.

Possiamo considerarci a livello tedesco.


In più devo dire che le linee di sangue Italiane sono più aperte con scarse consanguineità e oggi i più qualificati allevamenti tedeschi ed europei utilizzano i nostri stalloni e acquistano le nostre femmine.

Gabriele Pettinaroli

Articolo 25.1.2006 >>
"Il Collo
L´omero/scapola
L´eccessiva angolazione"

L´esperienze cinese

La Cina mi piace moltissimo.
Ho giudicato già 3 volte in Cina e sono sempre felice di andarci,

I cani sono di altissimo livello zootecnico e molto numerosi in tutte le classi.

In nessuna parte del mondo ho potuto giudicare così tanti e bellissimi cani per ogni categoria - sempre superiori ai 100 fino a 200 cani per classe
.

GALLERIA GIUDICE >>


É un lavoro impegnativo, ma che mi affascina molto.

A distanza di solo 3 anni dall’inizio effettivo del loro allevamento già si vedono soggetti nati ed allevati da allevatori cinesi che possono primeggiare nelle migliori e più qualificate Esposizioni e Siegerschau in Europa.

Lo scorso mese di aprile 12/13 ho giudicato a XIAN
ed ho ammirato una stupendo maschio JUMBO v. Spring Valley e molte femmine in Classe Lavoro – Giovani e Giovanissime che hanno primeggiato e sono di altissimo valore.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

www.isoladeibaroni.com
Gabriele Pettinaroli

Via C. Vinzio 22 - 28075 Grignasco - Novara - Italy (Come trovarci - Map >)
Tel (+39) 0163 417 144 - Fax (+39) 0163 64 21 00 - Email info@isoladeibaroni.com
Cell/Mobile (+39) 334 159 00 87